Banner
Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Intervista a Angelo Perrotta

Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 
AddThis Social Bookmark Button






Logo       3D Again


Angelo Perrotta, Compositor/VFX artist.


Vi invito a guardare il suo sito ufficiale e i suoi video su Vimeo.


1) Abbiamo dato un'occhiata al tuo curriculum, esso parla chiaro, la tua predilezione per il visual Fx è molto forte, spiegaci meglio di cosa si tratta.


Beh la mia storia è bizzarra...Io studiavo Ingegneria Aerospaziale ma sono sempre stato appassionato fin da piccolo al mondo del vfx, quindi ho sempre condiviso la mia vita tra aria, spazio, informatica  ed effetti visuali. Credo che il film che mi ha ispirato maggiormente sia Matrix, mi ispirò a tal punto che feci un corto cercando di replicare il bullet time in ogni modo e quando ottenni l effetto versione "casalinga" ero talmente contendo da mostrarlo a tutti. Da li ho approfondito sempre più le tecniche utilizzate negli effetti visuali studiando con costanza e dedizione, ed oggi diciamo che qualcosa ho appreso :D




2) Hai lavorato sia in Italia sia all'estero quali sono le differenze ed i punti in comune ?


Domanda molto interessante. Diciamo che nel bel paese le esperienze che ho fatto sono state nell'insieme molto positive, ma in Italia nn credo si possa ancora parlare di un vero e proprio "business". Mi spiego meglio e premetto che per fortuna le eccezioni ci sono. I punti in comune sono i talenti che dedicano la propria vita al mondo del vfx e gli orari di lavoro a volte davvero estremi, per il resto le differenze ci sono eccome. All'estero si viene considerati dei professionisti/talenti a tutti gli effetti, in Italia a volte quando si prende lo stipendio verrebbe da dire "grazie". Le grandi produzioni ancora nn investono nel mercato italiano, quindi per poter lavorare a films di altissimo profilo come ad esempio Avatar purtroppo nn si può fare in Italia. Cosa di primaria importanza lo stipendio...All'estero è decisamente più alto e ti ringraziano anche per l' ottimo lavoro svolto. So' che può suonare quasi cinico e può disarmare magari chi comincia...ma al contrario conoscendo la situazione si deve dare il massimo a casa nostra per poi coronare la carriera probabilmente altrove.




3) ... e le differenze tra cinema e spot televisivi ?


Su questo sarò abbastanza breve, nel mondo dei commercials girano più soldi, si ha molto meno tempo a disposizione (si arriva anche a pochissimi giorni) e l'attenzione ai dettagli è minore per il fatto che il prodotto sarà "visivamente" differente a seconda della tv che si utilizza, che il tutto si traduce in stipendi tendenzialmente più alti ma contratti brevi. Nel cinema l'attenzione al pixel è tutto, è una macchina che necessita di molta più organizzazione e tools perchè involve un numero ben maggiore di persone (mi riferisco tendenzialmente a produzioni di alto profilo), contratti spesso lunghi e possibilità di carriera molto alta. Personalmente adoro lavorare per il Cinema.




4)Che effetto ti fa lavorare per mesi su scene per film di mondiale importanza, sapendo che verrà visto da milioni di spettatori in tutto il mondo e poi rivederle al cinema ? (... ah proposito poi le hai riviste al cinema )


Ogni volta sembra essere la prima volta, nonostante le scene vengono viste al cinema interno e sul monitor centinaia di volte ho sempre paura di scoprire in sala qualche dettaglio che è stato trascurato o sfuggito...Nn me lo perdonerei mai :D Essere tra tutti gli spettatori e sapere in quel caso di nn essere uno qualunque è la soddisfazione più grande che si possa avere con questo lavoro. Il cuore va a 20.000 quando ci sono le tue fatiche di mesi che viaggiano a 24fps.




5) Raccontaci un episodio curioso e divertente che ti è capitato.


Solitamente mi piace fare prima della consegna definitiva qualche scherzo al supervisore come per esempio su Clash of the Titans alla scena in cui si vede l' olimpo per la prima volta dietro l' olimpo avevo compositato la mongolfiera di palloncini di Up che volava...Solo che mi hanno fatto loro lo scherzo includendo quella scena nella presentazione ufficiale interna  di tutti i tagli approvati e quindi finali...Sono morto quando ho visto la mongolfiera li! Pensavo che per qualche ragione fosse finita tra i finali...Sarebbe stato fantastico :D 




6) In relazione alle grandi produzioni, il lavoro si svolge sempre davanti al monitor di un pc oppure ti è capitato di avere contatti con i registi o i produttori ?


La maggior parte del lavoro la svolgi davanti al tuo monitor o davanti a quello dei tuoi colleghi con i quali collabori, ma è capitato spessi di avere il regista (come Spike Jones su where the wild things are) o i mega supervisori che analizzavano la scena direttamente o con te nella sala cinema o davanti al proprio monitor. Mette troppa ansia, meno capita meglio è :)




7) A cosa e dove stai lavorando in questo momento ?


una delle ultime produzioni completate è stato Clash of the Titans, dopodichè sono tornato momentaneamente sulla pubblicita per completare spots per Audi e Saab per poi tornare sul cinema dopo l'estate (quest'anno mi ero promesso di andare finalmente in vacanza..ndr) probabilmente su Pirati dei Caraibi 4.



8) Il tuo software preferito ?


4 lettere: N-U-K-E



9) Consigli per un giovane che vuole entrare nel mondo della CG.


beh che è sempre bello vedere delle menti nuove che si uniscono al mondo del vfx ma che nn devono farsi abbagliare dalla gloria di stare nei titoli di coda, di farsi sempre rispettare come veri professionisti e che si deve lavorare davvero sodo prima di vedere dei risultati davvero soddisfacenti.



10) Ti sei mai chiesto come mai in Italia ricca di talenti come te gli sbocchi professionali siano pochi e che bisogna per forza "emigrare", il tuo continuo spostarsi tra varie aziende europee è una scelta personale oppure stai aspettando la grande occasione?


Beh la "grande occasione" credo di averla avuta con Avatar, ma spero ce ne siano altre. In Italia credo che il più grande problema sta nel fatto che nn esistano dei buon managers di società in grado di valorizzare il settore, i professionisti che ci lavorano e far crescere il mercato offrendo la massima qualità. Mi dispiace vedere che nn riesce a decollare come business anche se siamo pieni di talenti apprezzati in tutto il mondo. Quindi l'emigrazione ad un certo punto è quasi una tappa "forzata"...Proprio l Italia che con Cinecittà poteva prendere i colossal americani...lasciamo stare, mi sale il veleno al solo pensiero!!!



11) Cosa pensi dell'attuale panorama italiano sulla CG?


Ci sono le possibilità ma nn i mezzi, almeno nn ancora. Il miracolo potrebbe essere di investitori dall'estero che vogliono creare una base nel bel paese...Ci spero proprio!




12) Abbiamo visto che tra i vari film a cui hai partecipato è Avatar, che Software avete utilizzato per la realizzazione degli effetti speciali? e quali sono state le maggiori difficoltà e come le avete superate?


Allora di dettagli per questioni di contratto nn ne posso rivelare moltissimi, ma i software utilizzati sono i classici nel mondo del vfx: nuke, maya houdini etc il tutto condito da moltissimi tools proprietari. Io mi sono occupato nel primo periodo maggiormente nello sviluppo di tools per nuke per avere una pipeline per il compositing snella ed efficiente. La difficoltà maggiore era il regista, Cameron, nn si accontentava mai, neanche quando di elementi in scena nn si contavano neanche più lui chiedeva sempre di più. insasiziabile quell'uomo :)In comp la difficoltà maggiore era mantenere gli script il più flessibili e veloci possibile, anche se ben presto senza l ausilio di precomps nn ce l avremmo mai fatta a gestire tutto quel flusso di dati.




13) Domanda a piacere, ti diamo la possibilità di toglierti un sassolino dalla scarpa, di cio che ti pare.


Il mio è quasi un appello, io mi guardo spesso indietro e ho il desiderio di voler portare la mia piccola esperienza nel mio paese natale, lo vorrei davvero tanto. Spero che qualche società sarà in grado di riportare in Italia qualche talento, sarebbe bellissimo. Vorrei vedere questo business pieno di società sane e di alto profilo.LO STAGISTA. Purtroppo lo stagista molto spesso lavora 24h/7days gratis o a mala pena per un rimborso spese, spesso fa il lavoro che farebbe un professionista di un certo livello e nn viene riconosciuto professionalmente. Molte società ci sopravvivono inflazionando il mercato prendendo lavori a prezzi irrisori sapendo che hanno gente volenterosa e talentuosa disposta a lavorare anche gratis. Nn è proprio giusto. Ci siamo passati tutti e spero che sia una tendenza a sparire.


         


Grazie Angelo per la tua collaborazione e ti auguriamo un buon 3D anzi buon 3DAGAIN.



Reel 2009

Dim lights




Mini Gallery


AdmirorGallery

Discussione (4 posts)
Re:Intervista a Angelo Perrotta
Jun 21 2010 15:29:46
Ciao Angelo complimenti per gli eccelenti lavori, puoi consigliare tutti noi mortali un libro o altro per apprendere le basi di NUKE ?
#1893
Intervista a Angelo Perrotta
Jun 21 2010 19:56:55
Ciao,
grazie per i complimenti. Mah dipende, se per basi di Nuke intendi anche "basi di compositing" allora consiglio il manuale di Nuke (che per cominciare è perfetto" e come libri di compositing suggerirei:

www.amazon.com/Digital-Compositing-Visua...mation/dp/0240804554

www.amazon.com/Art-Science-Digital-Compo...Second/dp/0123706386

www.digitalcompositing.com/

Se invece si tratta solo di imparare Nuke allora il manuale è la cosa che fa per te.
Spero di essere stato utile.
Angelo!
#1896
Re:Intervista a Angelo Perrotta
Jun 22 2010 08:25:20
Grazie Angelo
#1898
Re:Intervista a Angelo Perrotta
Jun 22 2010 21:42:43
Ciao Angelo, complimenti per i lavori svolti, mi fa molto piacere sapere che un italiano partecipi alla produzione di questi grandi film come Avatar, l'ho visto al cinema ne sono rimasto molto impressionato dagli effetti speciali.

Ciao e buon lavoro by Pergrafica
#1903

You need to login or register to post comments.
Discuti questa news nel forum. (4 posts)

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information