Banner
Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Intervista a Dario Passariello

Valutazione attuale: / 22
ScarsoOttimo 
AddThis Social Bookmark Button






Logo        3D Again


Dario Passariello,   Trainer Autodesk A.U.G.I.


Vi invito a guardare il suo sito ufficiale  canale Youtube .


Dario Passariello è nato a Palermo nel 1976 dove vive e lavora.
E' formatore presso A.n.f.e. Regionale Sicilia per i corsi finanziati legge 24 della Regione Sicilia / FSE. Dario è trainer/certificatore ufficiale Autodesk, Digital 3D Atc di Palermo ed è Membro del Consiglio di Amministrazione di AUGI - Autodesk User Group International. Dario è stato premiato Autodesk 3ds Max  Master a Los Angeles nel 2008 durante il Siggraph. Dario è attualmente impegnato in diverse attività di beta per conto di Autodesk ed Nvidia e come menbro del comitato risorse internazionali del Siggraph di Los Angeles. Dario è certificatore ufficiale per i prodotti Autodesk - 3ds Max/Design, Mudbox, Combustion, Composite/Toxic.



1) Eravamo interessati a sapere se Il tuo approccio con la CG è stato da autodidatta oppure se hai compiuto un percorso di studi specifico e dove?

Ho iniziato la mia esperienza con la computer grafica tra il 1993/94. Il primo software che ho "visto" è stato 3d studio R3 di Autodesk su sistema operativo Dos. 3D studio è stato il mio amore sin da subito. Ho immaginato di poter fare le cose viste su grandi pellicole ed esattamente gli effetti speciali di Blade Runner e Tron.
Sono autodidatta. Quando ho iniziato la mia storia con la computer grafica 3d io non avevo a disposizione internet e le pubblicazioni di settore erano una rarità. La computer grafica 3d era, in quel periodo, sconosciuta ed ho dovuto affrontare autonomamente tutta una serie di studi su software ed hardware. Ricordo ancora le nottate passate davanti al mio computer pentium 100 sul "nuovo" sistema operativo Windows 95 ...
Proprio nel 1995 ho cominciato tutti i miei studi su hardware, OS, software 3D e linguaggi di programmazione. E' stato uno dei periodi più difficili perchè tutti noi eravamo in piena rivoluzione informatica, tecnica e multimediale ma ricordo quei tempi con grande emozione.



2) In questo periodo stai preparando dei lavori per qualche azienda di CG o per qualche altra impresa?


La mia attività è di formatore e di gestione delle tematiche della comunità internazionale.  
Il mio ruolo nella comunità 3d è la divulgazione della conoscenza, delle motodologie e delle competenze. Ricopro attualmente il ruolo di Direttore in AUGI (dove mi occupo di direzione, internazionalizzazione e social media) e di responsabile presso Digital 3D ATC per il settore M&E. Ogni giorno ho rapporti con aziende e persone che operano in questo settore. Io sono un BetaTester per Autodesk e questo mi consente di operare "dietro le quinte" in tantissime iniziative.
Il mio impegno è molto differente da avere un rapporto diretto con un'azienda. Io personalmente preferisco avere un rapporto globale con gli utenti della comunità 3d e sopratutto con tutti coloro che desiderano conoscere questo settore.
Attualmente ho scelto la strada della divulgazione e della formazione per il grande desiderio di condividere le mie esperienze. Questa scelta è motivata dalla grande mancanza di conoscenza nel nostro territorio; il tessuto industriale italiano non ha ancora compreso le grandi opportunità di un settore innovativo e affascinante come il 3D. Spero in un prossimo futuro di avere l'occasione di lavorare con un buon gruppo di persone preparate e di avere a disposizione hardware e software per lo sviluppo delle mie idee.


3) Puoi riferirci qualche aneddoto spiritoso o curioso della tua esperienza lavorativa nel campo e poi, per par condicio, raccontarci se e quando hai avuto qualche momento in cui avresti voluto mollare tutto?


La cosa che ricordo con grande emozione è il mio primo giorno di laboratorio nel 1999. Ricordo i click del mouse dei miei allievi dopo la mia prima spiegazione. Questa emozione non è cambiata nel tempo e si è trasformata in consapevolezza del ruolo di formatore.
Credo che tutti noi abbiamo un momento di sconforto. Io ne ho avuti e ne ho ancora tutt’ora molti. Questi fanno parte della vita e spesso sono frutto di errori personali e di valutazioni errate ma devono essere superati per il miglioramento professionale e personale.


4) Quale percorso consiglieresti a chi si si volesse avvicinare alla computer grafica sia a livello amatoriale che professionale e, in questo ultimo caso, quali studi sono i più' indicati?


Uno degli aspetti fondamentali per iniziare in questo settore è sicuramente la dedizione. Questo settore richiede conoscenze in tantissimi campi come ad esempio la fotografia, l'informatica in generale, l'arte, la televisione, il cinema a molto, molto altro.... Io penso che bisogna avere uno spirito molto forte e il coraggio di cambiare anche metodologie di studio, percezione di ciò che ci circonda. E' richiesta una grande flessibilità, umiltà e spirito di gruppo. Seguire un mentore aiuta moltissimo.
Oggi è molto più facile avere occasioni di studio di argomenti spendibili nel settore della visualizzazione digitale. Esistono tantissime possibilità sia in Italia e all'estero.
Perchè oggi si dovrebbe fare un corso di studi in questo settore? .... molto semplice, oggi si ha la disponibilità di tantissime informazioni e di persone pronte a condividerle.
Una buona formazione è fondamentale ma bisogna ricercare occasioni riconosciute e che diano reali competenze. Bisogna avere la capacità di valutare tra tutte le occasioni presenti sul mercato della formazione e scegliere quelle dove realmente si ricevono competenze per sviluppare le proprie capacità. E’ importante considerare la possibilità di ricevere una certificazione di competenze ma bisogna dimostrate grandi capacità organizzativa, creatività, competenza, dedizione allo studio e spirito di gruppo oltre la sufficienza.
Io consiglio a chiunque voglia iniziare a studiare 3D oggi di documentarsi su cosa sia effettivamente la grafica 3D, di analizzare le proprie aspettative e studiare il settore anche da un punto di vista di storia. Questo settore si sta evolvendo ad una velocità molto elevata e bisogna avere competenze di alto livello, percezione logica e leadership per non essere solo meri operatori.


5) Quali progetti vorresti realizzare e quali sono i tuoi obiettivi attuali?


Il mio impegno giornaliero nel settore della formazione è parte del mio obiettivo futuro. Uno dei motivi del perché ho scelto di essere un formatore è soprattutto per la mancanza di conoscenze di questi settori da parte di molti ragazzi e professionisti che potrebbero e voglio lavorare.  Il mio obiettivo primario è difforndere la conoscenza del settore 3D e creare l’opportunità di sviluppo in Italia. Mi piacerebbe vedere i miei allievi impegnati in produzioni internazionali magari senza il bisogno di andare fuori dall’Italia. Il mio obiettivo è quello di essere un mentore ed aiutare il più possibile i membri della comunità 3D durante il processo di sviluppo delle competenze.


6) Qual'è il tuo lavoro più impegnativo e quale quello di cui sei più' fiero?


Tutto ciò che realizzo in computer grafica 3D mi impegna molto. Questa è una mia caratteristica. Io non realizzo molto in 3D, ho un sito dove molte immagini sono frutto di lavoro svolto molti anni addietro. Io occupo molto tempo nello studio degli strumenti, nella logica applicativa e UI. La mia attività assorbe moltissimo tempo e spesso non ho il tempo di creare immagini o animazioni. Questo è rimandato al prossimo futuro dopo avere definito la mia strada e dopo il consolidamento della mia attività. La mia attività attuale assorbe moltissimo tempo e sfrutto questa occasione per conoscere e comprendere tutte le fasi di produzione ed analizzo tutte le discussioni con grande cura.
Io sono molto fiero di tutti i risultati che ho raggiunto e sono felice di lavorare ogni giorno per la comunità. Ogni giorno la comunità cresce e mi piace pensare che una piccolissima percentuale di crescita è anche un poco un mio merito.


7) Quali sviluppi ed applicazioni pensi che si preparino all'orizzonte per la CG?


Gli attuali investimenti sono rivolti alla ricerca del "realtime". Questo significa avere subito un risultato ad altissima qualità senza attendere i tempi dell'informatica. Un grande impegno oggi viene da parte dei produttori software ed hardware.
Io credo che il realtime, il fotorealismo e tutte le innovazioni della multimedialità in generale sono per tutti noi l’occasione di godere di miglioramenti significativi della nostra vita sopratutto nella vivibilità. Ad oggi la più grande rivoluzione sono nei settori dell'architettura, del design, dell'intrattenimento, nelle tecnologie di comunicazione e condivisione delle informazioni.
Noi tutti siamo nella più grande rivoluzione industriale ed intelletuale ma purtroppo ci scontriamo con vecchie burocrazie e vecchie ideologie, queste sono la causa di una debole economia.
Io credo che tutti i professionisti hanno oggi una visione del futuro molto chiara e io credo davvero che, in tutto questo, uno dei propulsori più forti sia il mercato della “digital visualization”, della prototipazione, del lavoro per merito, della conoscenza e del lavoro di gruppo. Questi sono tutti aspetti che fanno parte del lavoro di chi opera nella multimedialità con professionalità.
Una delle cose che mi affascina maggiormente è la capacità di integrazione che il 3D sta ottenendo in tutta l’industria, da quella manufatturiera a quella del broadcasting…. La spiegazione è che il 3D è la nuova frontiera della grafica, più vicina al nostro modo di vedere le cose. Noi stessi viviamo dentro la tridimensionalità, il nostro mondo è 3d e la nostra percezione è tridimensionale. Questo significa riuscire a manipolare il nostro stesso essere tra le cose. Ho avuto l’occasione di vedere più volte stampanti 3d che consentono di vedere, toccare, guardare oggetti 3D nella realtà. Oggi queste apparecchiature mi fanno sorridere per la loro lentezza ma la sensazione è la stessa che io ho avuto durante il periodo delle stampanti  inkjet e laser. Molto presto sarà possibile creare un oggetto 3D tangibile direttamente a casa con pochi centinaia di euro, vedere ologrammi in salotto e passeggiare in ambienti 3D totalmente generati dal computer ma fotorealistici. Questa è fantascienza?... lo era anche qualche anno fa riuscire a parlare a distanza e vedere a colori una persona allo stesso tempo,  oggi, noi tutti possiamo utilizzare la teleconferenza gratuitamente. Oggi basta andare al Siggraph per rendersi conto che tutto questo è già nelle nostre possibilità.


8) In quali settori di attività' o campi scientifici la CG secondo te e' destinata a dare un nuovo o maggiore contributo futuro?


Allo stato attuale il più grande impiego della computer grafica 3D è sicuramente quello del BIM (Building Information Modelling). L’architettura ed il design sono attualmente i settori dove si investe maggiormente e questo è assolutamente giusto. Il miglioramento della nostra vita dipende da quello che ci circonda e da quello che noi possiamo immaginare, avere ed usare.
Una delle cose più affascinanti è il continuo studio che viene fatto nella realizzazione di periferiche di input ed output che ci permetteranno di poter “toccare” e “vivere” dentro simulazioni o di interagire con oggetti 3D. L’arte ha un grande merito in questo ed è possibile vedere alcuni prototipi sul sito del Siggraph.
La rivoluzione digitale 3D è parte di tutti i settori, bisogna solo decidere quale seguire.



Grazie Dario per la tua collaborazione e ti auguriamo un buon 3D anzi buon 3DAGAIN.


Mini Gallery


Evento: Autodesk University

AdmirorGallery

Evento: Eue 2010

AdmirorGallery

Evento: Foto Apparecchiature AU 2009

AdmirorGallery

Evento: Gallery Lavori Personali Dario Passariello

AdmirorGallery

Discussione (2 posts)
Re:Intervista a Dario Passariello
Jun 29 2010 13:56:10
Ciao Dario, grazie di averci dedicato un po' del tuo tempo con questa bellissima intervista, visti i tuoi mille impegni.
Ci fa molto piacere che un Italiano ci rappresenti ai diversi eventi internazionali di CG. Spero anche io vivamente che le cose in Italia possano cambiare, cosi molti CG Artist italiani non per forza devo emigrare all'estero per trovare un posto di lavoro.

Ciao e buon lavoro by Pergrafica
#1936
Re:Intervista a Dario Passariello
Jun 30 2010 05:45:57
Ciao Dario, complimenti vivissimi. AUGI, Siggrah, Autodesk Nvidia, ma di quante ore è fatta la tua giornata, 72? Sto divorando sul tuo canale youtube tutti i tuoi videotutorial, alcuni mi hanno insegnato cose di cui non sapevo nemmeno l'esisteza. Molto interessante questo :
#1943

You need to login or register to post comments.
Discuti questa news nel forum. (2 posts)

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information