Banner
Italian English French German Portuguese Russian Spanish

INTERVISTA a LUCIANO IURINO

Valutazione attuale: / 10
ScarsoOttimo 
AddThis Social Bookmark Button





Logo         3D Again



Luciano Iurino,Freelance 3D Artist .


Vi invito a guardare il suo sito ufficiale . Blog


Ciao Luciano, grazie per aver accettato la nostra intervista. Inizia a dire ai nostri lettori chi sei, quali sono stati i tuoi primi passi nella C.G. e da dove hai iniziato ?


Grazie a voi per l'interessamento! Qualche breve cenno su di me: mi chiamo Luciano Iurino, classe 1978, sono originario della provincia di Bari e lavoro nel campo della computer grafica dal lontano 1996, anche se ho iniziato ad utilizzare i programmi di grafica diversi anni prima su  Amiga (Deluxe Paint docet!). Nel corso degli anni mi sono specializzato nel settore videogame e grafica per videogame (sia 2D che 3D), ma ho lavorato anche in pubblicità (video, spot) e per il web. Collaboro da diversi anni con portali e riviste di grafica, producendo articoli e tutorial. Di recente, oltre a continuare ad occuparmi di grafica, ho aggiunto al mio arsenale anche un po' di programmazione e scripting, sempre orientati ai giochi o allo sviluppo di tool.


1) Come e quando hai capito che la tua passione poteva diventare uno sbocco professionale?

Diciamo che è sempre stato un mio desiderio trasformare questa passione in lavoro, sin da piccolo. Tuttavia, le condizioni affinchè ciò fosse possibile sono divenute favorevoli solo dopo diversi anni, vuoi perchè dovevo ancora crescere artisticamente e professionalmente, vuoi perchè in Italia non era semplicissimo (e non lo è tuttora, dal mio punto di vista) fare questo mestiere. Ho cominciato con qualche lavoretto per il web, e poi ho proseguito con diversi team amatoriali nel campo dei videogame, tutti con grandi idee ma scarse risorse, il che solitamente si traduceva in un buco nell'acqua.


         


2) Sei un freelance oppure lavori presso qualche azienda?

Sono stato uno dei fondatori della P.M. Studios di Bari, società nella quale ho lavorato per circa 10 anni come lead artist, prima di separarmene ed intraprendere l'attività di freelancer. Abbiamo sviluppato videogame e applicazioni multimediali per diverse piattaforme, dal Nintendo GameBoy Advance al PC, dai giochi Flash ai videogame educational. Adesso lavoro per conto mio, e cerco di destreggiarmi tra lavori su commissione e piccoli progetti personali.


         


3) Qual'è il tuo approccio quando inizi un nuovo lavoro ? insomma descrivici il tuo processo creativo.

Sono un fan dell'abusato termine “brainstorming”, purchè non si protragga troppo a lungo e si passi presto all'azione, anche perchè sono dell'opinione che un'idea vada messa in pratica subito, il prima possibile, per non perderne l'impeto iniziale e le varie sfumature: ragionarci su va bene e puo' portare a risvolti positivi e imprevisti, ragionarci troppo puo' spegnere la creatività e portare a risultati artificiosi e troppo “ragionati”.

Non essendo un gran disegnatore a mano libera (anzi, non essendolo affatto...), raramente disegno o schizzo qualcosa prima di modellarlo o realizzarlo; preferisco lasciare questo compito a qualcuno più dotato e competente di me in materia di disegno, per questo cerco sempre di circondarmi di gente in gamba e in grado di trasformare una mia idea in disegno, da utilizzare poi per procedere alle fasi successive.


         


4) Dai tuoi primi passi ad oggi, hai mai avuto momenti di sconforto ? , ti è venuta la voglia di mollare tutto ?

Come già detto nella risposta precedente, penso che in Italia sia molto difficile (e in alcuni casi impossibile...) fare questo lavoro; perciò i momenti di sconforto sono stati piuttosto frequenti. La voglia di mollare, invece, per fortuna non l'ho mai avuta, anche perchè è l'unica cosa che so fare e voglio continuare a fare: mi vedrei davvero male a fare qualsiasi altro mestiere...



5) Qual'è il tuo progetto più impegnativo di cui vai più fiero? E cosa vorresti realizzare in futuro? quale sogno vorresti che si avverasse?

Fondare la P.M. Studios e gestirne tutto il lavoro grafico per 10 lunghi anni è stato per me un sogno divenuto realtà. Avevo sempre desiderato lavorare in squadra per produrre qualcosa, e lo dimostra il fatto che da giovincello mi imbarcavo in imprese senza speranza con vari team amatoriali, pur di lavorare con altri, condividere esperienze e crescere professionalmente.

Come ogni sogno che si rispetti (non credo nelle cose “eterne” o presunte tali...), è arrivata anche la fine. Dieci anni sono tanti e, svanito l'entusiasmo iniziale e l'incoscienza giovanile, e grazie anche alle costanti difficoltà (economiche e organizzative), si è giunti alla rottura.

Il progetto più impegnativo affrontato finora è stato sicuramente il videogame “Etrom”, sviluppato ai tempi della P.M. Studios; è stata davvero un'impresa, portata avanti (e soprattutto a termine) da un manipolo di artisti e programmatori giovani, incoscienti e squattrinati. Vedere però alla fine la confezione del gioco sugli scaffali accanto a titoli dai nomi altisonanti e dalla indiscussa fama mi ha ripagato di tutte le sofferenze.

Dopo l'uscita dalla P.M. Studios, ho tentato di mettere in piedi un team di freelancer affidabili e dalle comprovate capacità, per poter continuare a sviluppare videogame e altri prodotti multimediali. Una cosa che escludo a priori, almeno nell'immediato, è creare un'altra società; dopo un anno da freelancer, mi sento di dire che in Italia mettere in piedi una società è da folli, visti i costi di mantenimento. Al momento preferisco rimanere freelancer e lavorare con altri come me.



6) Quali sviluppi ed applicazioni pensi che si preparino all'orizzonte per la CG?

Beh, direi che le continue innovazioni in questo campo sono sotto gli occhi di tutti; basta osservare gli effetti speciali nei film di qualche anno fa, e quelli nei film di oggi: in poco tempo si è passati ad una qualità e ad una velocità di creazione dei contenuti impressionanti. I programmi diventano sempre più complessi e completi, e permettono di fare cose che fino a qualche tempo fa erano impensabili. Uno su tutti: Zbrush. Secondo me la gente alla Pixologic ha creato un gioiellino di software, che realmente fornisce possibilità illimitate ad un artista, e penso (spero) che sia la direzione che intraprendano anche altri software: mettere in grado l'utente di concentrarsi sulla parte artistica ed estetica per realizzare le proprie idee, senza perdersi (qualora non ce ne sia bisogno) in dettagli troppo tecnici.



7) Quale percorso consiglieresti a chi si si volesse avvicinare alla computer grafica sia a livello amatoriale che professionale e, in questo ultimo caso, quali studi sono i piu' indicati ?

Avendo eseguito un percorso totalmente da autodidatta, senza scuole specializzate, corsi o quant'altro, non posso che parlare di questo tipo di esperienza. A tutti coloro che volessero avvicinarsi a questo mondo, consiglio di armarsi di tanta pazienza e tempo libero, e studiare per conto proprio prima di pensare di fare qualsiasi altra cosa. Sono dell'opinione che al giorno d'oggi, con Internet, un po' di inglese e tanta buona volontà, sia possibile imparare pressocchè di tutto, o quantomeno procurarsi un'infarinatura di base da cui partire per approfondire in seguito. Questo discorso si applica ovviamente anche al campo della CG. Quando ho cominciato io, diversi anni fa, Internet non c'era, i libri su questo argomento scarseggiavano o comunque non erano di facile reperibilità, e i programmi di grafica erano in numero esiguo rispetto ad ora. Oggi si trovano in rete migliaia di tutorial, e-book, video, corsi on-line, forum e community, e la maggior parte sono completamente gratuiti; idem per i libri, e c'è una gamma così vasta di programmi di grafica che c'è l'imbarazzo della scelta.

Tuttavia, col senno di poi, posso dire che non mi sarebbe dispiaciuto affatto frequentare una scuola specializzata o un corso, almeno per quanto riguarda le basi “classiche” (disegno, anatomia, colore, regia); lavoro con gente che a differenza mia ha fatto un percorso di questo tipo prima di iniziare a lavorare, e in tutta onestà in alcuni frangenti la differenza tra una persona con una formazione “classica” e un autodidatta si sente eccome.



8) Raccontaci qualche curiosità (divertente o meno) che ti è capitata nella tua esperienza di artista di CG. ( Magari qualche richiesta assurda o altro )

Ci sarebbero tantissimi aneddoti da raccontare dopo quasi quindici anni di esperienza sul campo, molti dei quali negativi; tuttavia, preferisco ricordare (non senza un pizzico di nostalgia) atmosfere più liete, come quando ai tempi del progetto “Etrom” o del videogame “Kien” si passavano intere nottate consecutive in ufficio, davanti al computer e ad una pizza, sacrificando tutto quel che avevamo (tempo, soldi, sangue e rapporti sociali) per il raggiungimento di uno scopo comune: pubblicare un prodotto e farlo arrivare ad un pubblico il più vasto possibile.


          


9) Hai dei software preferiti? oppure credi che la cosa importante sia l'idea da sviluppare?

L'idea è sicuramente più importante, per quanto mi riguarda lo strumento che si utilizza conta fino ad un certo punto (a patto che metta in grado l'utente di realizzare le proprie idee). Tuttavia, ognuno ha un suo set di strumenti preferiti, che col tempo e l'esperienza ha imparato a padroneggiare meglio di altri. A volte però mi piace mettermi alla prova, e provare a fare qualcosa di complesso con un programma che non conosco o che non uso da tempo, giusto per imparare e tenermi un po' in allenamento.

3dsmax è il programma a cui sono più legato, perchè è con esso che ho iniziato a studiare grafica 3D nel 1994 (quando si chiamava ancora 3D Studio, e girava sotto DOS...) e in seguito a lavorare. Nel corso degli anni mi sono avvicinato ad altri programmi, sia per curiosità e “cultura” personale  che per necessità lavorative, e anche per non precludermi alcuna possibilità. Ho quindi studiato anche Lightwave, Maya, XSI e recentemente mi sono innamorato di Zbrush e dei suoi incredibili strumenti.



10) E' la tua grande occasione, l'ultima domanda è a piacere (cosi come si diceva a scuola), dì cosa ti pare.

Più che una domanda, un consiglio. A chi vuole iniziare questo lavoro: NON svendetevi e NON accontentatevi. Fate pagare a chiunque il giusto prezzo per tutte le ore che avrete speso studiando, sperimentando, lavorando. Non isolatevi: cercate di lavorare in gruppo; si impara più dalle persone attorno che da qualunque scuola o corso specializzato. E infine, siate autocritici e non scoraggiatevi.



Ringrazio i ragazzi di 3DAgain per l'interessamento e lo spazio concessomi, e gli mando un “in bocca al lupo” per il portale.



Grazie Luciano per la tua collaborazione e ti auguriamo un buon 3D anzi buon 3DAGAIN.


Mini Gallery


AdmirorGallery

Discussione (9 posts)
Re:INTERVISTA a LUCIANO IURINO
Sep 22 2010 15:15:54
aio ha scritto:
Complimenti Luciano, sia per la qualità dei lavori sia per la caparbietà di voler fare questo mestiere in un paese che non premia i talenti. Sono rimasto colpito da French_Village.jpg mi pare di aver capito che modelli in 3dsmax ma devi spiegarmi anche a grandi linee come hai fatto ad ottenere quell'effetto cartoon .

ciao


Quell'immagine è un art test per un potenziale lavoro (che poi non è entrato... ), un'avventura grafica. Lo stile doveva essere tendenzialmente cartoon, quindi siamo partiti con modellazione e rendering come base, e in seguito c'è stata una pesante fase di painting per conferire quel tipo di look.

Allego un'immagine del render così come veniva fuori dal programma 3D, prima del painting:
_KUNENA_BBCODE_HIDEIMG
#2120
Re:INTERVISTA a LUCIANO IURINO
Sep 22 2010 21:38:32
Anche se solo un test è un ottimo come lavoro, peccato che non sia andato in porto.

Ciao by Pergrafica
#2121
Re:INTERVISTA a LUCIANO IURINO
Sep 22 2010 21:56:11
pergrafica ha scritto:
Anche se solo un test è un ottimo come lavoro, peccato che non sia andato in porto.

Ciao by Pergrafica


La vita da freelancer è fatta così...Non tutto va in porto. Però è stata comunque un'esperienza; se un giorno dovessimo fare un gioco del genere, sapremmo già in partenza le varie problematiche da affrontare.
#2122
Re:INTERVISTA a LUCIANO IURINO
Sep 24 2010 11:51:00
Complimenti a Luciano per la qualità del suo lavoro e per la caparbietà e determinazione dimostrata nel voler fare ciò che ti piaceva veramente nonostante le difficoltà e gli ostacoli.
Grazie anche a 3DAGAIN per l'intervista.
ER POMATA
#2124
Re:INTERVISTA a LUCIANO IURINO
Nov 11 2010 13:15:47
Ciao Luciano
mi domandavo se potevi darmi un consiglio, sto cercando di dare ad una texture di un parte metallica un 'aria più vissuta, magari un po di usura e/o ruggine ecc. ecc. tenendo presente che ho 3dsmax9 tu cosa mi consigli di usare una mappa composite, vray2sidemtl o altro. Ho notato che la tua opera OFT.jpg e proprio cio che mi servirebbe.

ciao
#2225
Ci sono troppi commenti per essere visualizzati qui. Vedi il forum per leggere l\'intera discussione.
You need to login or register to post comments.
Discuti questa news nel forum. (9 posts)

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information