Banner
Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Marco Spitoni's Interview - Weta Digital

Valutazione attuale: / 13
ScarsoOttimo 
AddThis Social Bookmark Button




Logo            3D Again


Marco Spitoni - Weta Digital Previs Supervisor.

Vi invitiamo a visitare il suo sito ufficiale

"Italiano"

Diamo il benvenuto su 3Dagain a Marco Spitoni . Grazie per aver accettato la nostra intervista.


"English"

Welcome to Marco Spitoni. Thank you for accepting our interview.


"Italiano"

1) Vuoi raccontarci come e quando è  avvenuto il tuo primo incontro con la C.G.
Il mio primo incontro con la CG e' avvenuto durante i primi anni passati in Graffiti (ora Milestone), azienda di sviluppo videogiochi, quando si e' vista la necessita' di effettuare il salto dalla grafica 2D a quella tridimensionale. Ti parlo piu' o meno del 1993.
Ho cominciato a muovere i miei primi passi sul vecchio 3D Studio 4.0 che girava sotto sistema DOS.
All'inizio e' stata dura e i mal di testa si sprecavano, ma col tempo ho capito le potenzialita' e mi sono appassionato sempre di piu'.





"English"

1) Would you tell us how and when was your first approach with the C. G.?

My first encounter with CGI took place during my early years spent at Graffiti (now Milestone), a video game developing company, when it became necessary to make the leap from 2D to 3D graphics. I'm talking about the year 1993, more or less.
I've moved my first steps on the old 3D Studio 4.0 which at that time was running under DOS system.
At the beginning was pretty hard and after countless headaches I understood the potentiality and started to enjoying it more and more.

"Italiano"
2) Qual'è la tua specializzazione attuale e attraverso quale iter di  studi ci sei arrivato?
Al momento sono supervisore alla previs, ma non e' che sia passato attraverso un percorso specializzato per arrivare a questo ruolo.
Tecnicamente sono piu' che altro un generalist, ma la mia e' una figura che si accosta maggiormente ad un regista/filmaker piuttosto che a un tecnico specializzato o ad un modellatore o animatore in senso stretto.
Provengo da un background artistico piuttosto classico, avendo frequentato la Scuola Del Fumetto di Milano quando ero piu' giovane.
Sono sempre stato un grande appassionato di cinema e altrettanto affascinato dagli effetti visivi che vedevo in molti film di fantascienza, col tempo ho cominciato a divorare libri che trattavano dell'argomento e nel tempo libero lavoravo a piccoli cortometraggi live action con i miei amici; niente di serio, tanto per divertirsi.
Prima di entrare nel mondo dei videogiochi ho lavorato saltuariamente per un laboratorio di effetti speciali.
A quei tempi il computer si usava poco o niente, per cui si trattava piu' che altro di montare modellini, scolpire e disegnare storyboards.
Durante la mia esperienza in Graffiti/Milestone, ho maturato una maggiore conoscenza della CGI anche grazie ad una forte motivazione personale che mi spingeva a dedicare il mio tempo libero a creare cortometraggi di animazione.
Quest'ultimo fattore e' stato determinante, perche' ho sviluppato delle conoscenze e un esperienza che alla fine mi hanno portato dove sono oggi.


"English"

2) What is your current specialization and through what process of study did you get?

At the moment I'm Previs Supervisor, but I haven't been through a specialized course to get into this role.
Technically I'm mostly a generalist, but my profile is closer to a director and filmaker, rather than to a technician or modeller or animator in a strict sense.
I come from a rather classical artistic background, since I've been at la Scuola Del Fumetto di Milano (sort of art college) when I was younger.
I've always been a gret fan of cinema and also fascinated by the visual effects I watched in most sci-fi movies, with time I've started to devour books which dealt the topic and in my free time I worked on small live action short movie projects with my friends, nothing fancy, mostly for fun.
Before stepping into the videogame industry, I've been occasionaly working in a special effect workshop.
At that time computer was rarely used, therefore it was more about modelmaking, sculpting and storyboards drawing.
During my experience in Graffiti/Milestone, I've developed a better knowledge of CGI, thanks also to a strong personal motivation which pushed myself to dedicate a lot of my free time to develop my own personal animated short movies.
This particular point proved to be crucial, because I had the chance to develop such knowledge and experience that brought me where I'am now.


"Italiano"
3) Ti sei spesso occupata di videogame. Descrivici a grandi linee come si lavora in questo mondo: vogliamo conoscer il tuo processo creativo, se c'é un'idea di partenza che poi svolgi oppure se ti si presenta hai subito in mente il prodotto finito.
Negli ultimo ventennio, produrre videogiochi non e' stato piu' il lavoro di un paio di programmatori e uno o al massimo due grafici, per cui parlare di processo creativo personale potrebbe essere fuorviante.
Ormai produrre grafica per videogiochi non si discosta molto da una produzione cinematografica, perlomeno per quel che riguarda i prodotti piu' significativi.
La mia esperienza in Italia e nei videogiochi e' stata piuttosto settoriale, ci occupavamo di realizzare quasi esclusivamente giochi di guida automobilistica e quando si parla di simulazioni ufficiali, non si inventa molto.
C'e' un grande lavoro di raccolta di reference, siccome si tratta di realizzare veicoli, circuiti e situazioni reali.
Durante il periodo "d'oro" della Graffiti, c'era un po' piu' di spazio per osare e inventare, dal momento che ci occupavamo di giochi piu' che altro arcade, per cui si inventava molto, si disegnava, ci si divertiva di piu'.
Ma erano altri tempi.


"English"

3) You often worked on video games. Can you outline how do you work in this world? We want to know your creative process, if there is a basic initial idea fron wich you start, or if you have a finished product in your mind.

In the last twenty years, making videogames wasn't just about a couple of programmers and one or two artists making it, therefore speaking about a personal creative process could sound a bit deceiving.
Making graphics for videogames nowadays it's not so different from a movie production, at least for what concerns the most significant products.
My videogames experience in Italy was rather confined, we mostly exclusively developed racing games and since most of them were official simulations, you don't have too much space for inventions.
You need a lot of photo and footage references, since it's all about creating real racings, real veichles and race tracks.
During the "gold" era of Graffiti, there was more space for being creative and daring, since we were mostly developing racing arcade games, we were drawing and being a lot more inventive, we had a lot more fun then.
But those were other times.


"Italiano"
4) Da qualche tempo ti sei trasferito a Wellington in Nuova Zelanda presso la Weta Digital. E' stata una scelta professionale o obbligata?
No, nessuno obbligo e piu' che altro posso considerarmi molto fortunato e onorato, perche' sono stato in realta' scelto.
Grazie a miei precedenti cortometraggi sono stato notato da un esponente molto importante dell'industria cinematografica locale, che mi ha personalmente contattato e chiesto di lavorare ad uno dei sui prossimi progetti.
Inutile dire che e' stato difficile credere fosse tutto vero fino all'ultimo.


"English"

4) For some time you moved to Wellington in New Zealand at Weta Digital. Was it a professional choice or an obligation?

No, I wasn't feel forced by any reason whatsoever, moreover I can consider myself very lucky and honored, because I was actually chosen.
Thanks to my previous work with my short movies I've been noticed by a very important figure of the local movie industry, who contacted me and asked me to work on one of his upcoming projects.
Useless to add that it's been hard to believe it was all real until the very end.


"Italiano"
5) Che differenze e/o punti in comune ci sono tra il lavorare in Italia e  all'estero?
Credo si finisca sempre col dire le solite cose quando si viene chiesti di elencare tali differenze e/o punti in comune.
In linea generale devo dire con un certo rammarico, che in Italia a volte sembra che ti facciano un favore quando ti fanno lavorare o collaborare ad un progetto.
Certo non e' il caso di fare di tutta l'erba un fascio, ma purtroppo ci sono molte realta' Italiane che si attengono a questo comportamento.
In Italia ho anche collaborato con aziende che hanno mostrato molto rispetto professionale e serieta', seppur sempre notabili alcuni attriti interni che personalmente ho avuto modo di vedere molto raramente durante la mia breve esperienza all'estero.
Non ho lavorato con altre aziende oltre confine, che non fossero Weta Digital, ma per la mia esperienza personale la cosa preponderante e' il rispetto reciproco dei collaboratori, su ogni livello.
In Italia alcuni soggetti che si credono creativi peccano troppo spesso di arroganza e supponenza e trattano le persone con cui lavorano con una certa sufficienza.
Insomma c'e' un sacco di cialtroneria.


"English"

5) What differences and/or similarities are there between the work in Italy and abroad?

I believe you're going to say pretty much the same usual things when you're asked to list such differences and/or points in common.
In general I must say with a bit of sadness, that in Italy sometimes looks like some employers are just making you a favour when they are having you working for them.
Definitely wouldn't be fair to include every employer in such example, but sadly there are many Italian business that stick to such example.
In Italy I had the chance to work with companies that shown a lot of professional respect and reliability, even tho you would always notice some internal friction between co-workers, which is something I hardly noticed in my short overseas experience.
I haven't worked with other overseas companies other than Weta Digital, but in my personal professional experience I've always noticed a lot of mutual respect between co-workers at every level.
In Italy some of the people who believes to be creative slips into arrogance and excessive self importance and ends up treating the people who are working with being a lot smugly.
Again, there's a lot of roguery.

"Italiano"
6) Alla Weta di cosa ti occupi? Qual'é stata la tua prima impressione appena arrivato?
Sono Previs Supervisor e gestico un team di circa 4 animatori per la realizzazione del previsualizzazione del film.
Come dicevo prima la mia figura e' piu' simile a quella di un filmaker, visto che dobbiamo ideare e creare cinematicamente le sequenze di un film.
Appena arrivato ho provato una grandissima umilta', si entra da subito in contatto con un ambiente altamente creativo e professionale.
Si prova una grande eccitazione e voglia di dare del tuo meglio per riuscire ad essere all'altezza.


"English"

6) what do you do at the Weta? What was your first impression just get here?


I'm Previs Supervisor and I lead a team of 4 animators to create the previsualization of the show.
As I said before my professional figure is closer to a filmaker, since I have to work out ideas and cinematically creating the sequences for the movie.
As soon as I arrived in here I felt a lot humble, you soon get in contact with a highly creative and professional environment.
I felt a lot of excitement and the urge of doing my best in order to merge with the high required standard.


"Italiano"
7) Quali sono i tuoi software preferiti e per quali motivi ?
In Weta Digital usiamo Maya ma personalmente uso 3ds Max a casa, dato che lo uso da sempre per creare i miei cortometraggi.
Ritengo sia estremamente versatile e di facile utilizzo.
Dall'altro lato devo aggiungere che trovo Maya nettamente migliore quando si tratta di animare.


"English"

7) What are your favorite softwares, and why?

In Weta Digital we do use Maya but I use 3ds Max at home, since I've always used it to create my own short movies.
I think it's extremely versatile and pretty straight forward.
On the other hand I think Maya is way better when it comes to do animation.


"Italiano"
8) Episodio divetente/triste che ti è capitato durante la tua carriera.
Divertenti tanti, ma al momento non me ne viene in mente nessuno che valga la pena di raccontare, sono quelle cose che risultano divertenti solo se sei una delle persone coinvolte.
Tristi, qualcuno, ma non si dicono per non offendere o turbare nessuno.


"English"

8) Can you tell a funny/sad episode that happened to you during your career?

I had a few funny moments, but at the moment I can't remember one that would worth telling, it's one of those things that sounds entertaining only if you're one of the people who were involved in the story.
Some sad moment as well, but usually you can't tell, you don't want to offend or discompose anyone.

"Italiano"
9) Torneresti a lavorare in Italia?
Al momento non credo proprio, forse in futuro.
Ma per poter prendere una decisione simile, le cose devono davvero cambiare piuttosto radicalmente nel nostro paese e non solo dal punto di vista del lavoro.


"English"

9) You would go back to work in Italy?

I really don't think so at the moment, maybe in the future.
But in order to take such decision, things really need to change in Italy and I'm not talking only about business.


"Italiano"

10) Qual'è il lavoro che ti ha dato maggiori soddisfazioni, quello in cui hai dato il maggiore tuo contributo e quello che oggi rifaresti da capo?
Primo fra tutti, quello che sto facendo in questo momento, anche se e' ben lungi dall'essere finito.
Se devo guardare al passato, aver gestito la realizzazione grafica dei primi giochi della serie "Screamer", tutt'oggi ricordati con affetto da molti utenti in giro per il mondo e forse il piu' grande successo della storia di Graffiti/Milestone.


"English"

10) What is the work that gave you greater satisfaction, that in wich you've given the greater contribution and what you now do again from the biginning?

Above all, what I'm doing at this very moment, even if still far away from the finish line.
If I have to look at my past, having led the graphics for the arcade racing game series "Screamer", still nowadays rememberd with enthusiasm by a lot of users around the world and maybe the biggest success in Graffiti/Milestone's history.


"Italiano"
11) L' ultima domanda la riserviamo sempre per lasciare uno spazio "free" al nostro interlocutore: puoi dire ciò che vuoi o toglierti il "famoso" sassolino dalla scarpa.
Un silenzio vale piu' di tante parole... Diciamo che me la cavo cosi' con questa domanda.


"English"

11) This is the last question always reserved to a "free" space to our interlocutor: you can say what you want, or you have something you need to get it off your chest.

This is the last question always reserved to a "free" space to our interlocutor: you can say what you want, or you have something you need to get it off your chest.

Silence worth more than a lot of words... Let's say that I'll get away with it on this particular question.

"Italiano"
Grazie per esserti sottoposto alla tortura delle nostre domande.Buon 3D,anzi Buon 3DAGAIN. Ti aspettiamo sul Forum con uno dei tuoi prossimi lavori o Making of.

"English"

Thank you Marco, to be subjected to the torture of our questions, our best wishes. Have a good  3D, or better a good 3DAGAIN. We’re waiting for you on the Forum with one of your next work or Making of.


MiniGallery

AdmirorGallery

Discussione (2 posts)
Re:Marco Spitoni's Interview - Weta Digital
Apr 14 2011 06:13:16
Ciao Marco
Complimenti per le immagini e per il ruolo che ricopri in Weta, una delle aziende di C.G. piu importanti del mondo. Grazie per averci concesso un po del tuo prezioso tempo e rilasciarci questa bella intervista.
Ora per devo farti una confessione, screamer è stato uno dei meie videogiochi preferiti in assoluto. Ricordo quando lo facevo girare sul mio p133 mhz con accelleratore grafico 3dfx. Quante nottate.

ciao
#2461
Re:Marco Spitoni's Interview - Weta Digital
Apr 16 2011 17:08:31
Ciao Marco, anzitutto grazie per aver accettato la nostra intervista, averci dedicato un pò del tuo prezioso tempo, l'ho letta con molto piacere ed ho trovato molto belli i tuoi lavori. Anche io mi auguro che in futuro non molto lontano possa cambiare qualcosa nel nostro paese, in questo momento stiamo toccando il fondo da qualunque punto di vista.

Ciao by Pergrafica
#2483

You need to login or register to post comments.
Discuti questa news nel forum. (2 posts)

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information