Banner
Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Intervista a Angelo Licata regista di "Closer"

Valutazione attuale: / 12
ScarsoOttimo 
AddThis Social Bookmark Button


Dopo il progetto Dark Resurrection e diversi lavori al cinema ed in tv l'eclettico Angelo Licata, regista e visual effects supervisor, ritorna sul set con un cortometraggio ispirato ai film di fantascienza anni 80. "Closer" è la strana storia di Sara e Luke e di quello che li aspetta nel bosco. Qualcosa di terribile sta per accadere sulla terra! Ora però invece di svelarvi altro diamo la parola al regista.

Ciao Angelo eccoci di nuovo qui a parlare di un altro tuo splendido lavoro. Abbiamo qualche domanda per te per capirne di piu' ed incuriosire gli "aficionados".

1) Dopo l'enorme successo di DR vol.0  sei stato fermo per un pò. Come mai? Semplice e fisiologico periodo di riposo o ti sei messo subito a pensare a Closer?

A dire il vero non sono stato molto fermo, A cavallo della produzione di DR seguivo anche i film di Brizzi, Maschi contro Femmine ed il suo seguito di cui sono stato Regista della seconda unità e supervisione agli effetti visivi. Successivamente sono stato il supervisore agli VFX per BRW nei primi 7 spot mulino bianco con Antonio Banderas. Dopo questa bellissima esperienza ho messo su carta alcune idee, ho scritto due sceneggiature con Roberto Pretti che per nostra grande fortuna sono state subito opzionate.  Nel mio cuore c'è la fantascienza ed i film di genere, appena ho avuto la possibilità di cimentarmi di nuovo alla regia con questo tipo di film mi ci sono rituffato dentro.



2) Parlaci un po'di come sei arrivato alla scelta di fare un cortometraggio e spiegaci da cosa hai tratto ispirazione?

Insegno cinema all'istituto d'arte di Imperia, cercavo di spiegare ai ragazzi come funziona un vero set e la difficoltà di realizzare un film con effetti visivi. Ho avuto l'idea del corto e come mi accade spesso, mi sono fatto prendere la mano e da poco più di 3 minuti con una sola scena VFX è venuta fuori questa storia che nel corto dura 19 minuti ma che nel film che stiamo scrivendo si svilupperà per un ora e mezza svelando una mitologia che ha come fulcro la creazione della razza umana.
L'ispirazione attinge a teorie sui rapimenti alieni e sugli antichi astronauti che ormai si possono reperire facilmente. Visivamente e nel modo di raccontarlo CLOSER si rifà a quel meraviglioso immaginario creato dai film degli anni 80. Ha il look ed il mood di Ritorno al Futuro, i temi di Incontri Ravvicinati e Last Starfighter ed un pizzico di una serie cult di quel periodo, Ralph SuperMaxiEroe.


3) L'idea di girare in lingua inglese  a cosa è dovuta? vuoi rivolgerti ad un pubblico internazionale ?

“In italia si continuano a produrre film per il solo territorio nazionale, basso budget, bassi incassi e poche possibilità di rientrare dei costi. Se non inziamo ad esportare producendo film di genere per il mercato internazionale la nostra industria cinematografica imploderà su se stessa. Spero che CLOSER sia un esempio di come in Italia si possa fare persino Fantascienza. Basta volerlo davvero e crederci, perchè i professionisti ed i talenti ci sono. Stanno semplicemente emigrando dove possono esprimersi liberamente.”


4) "Closer" sembrerebbe essere l'inizio di qualcos'altrO: una nuova saga?

Forse, in questo momento siamo al lavoro sullo script del lungometraggio.

5) Hai di nuovo scelto la formula del crowdfunding. Funziona? speri di usarlo ancora? Penso a the Goon di Blur Studio: sembra quindi che i produttori associati abbiano creduto nelle tue capacità.

Per ora abbiamo scelto solo di Uscire in Rete, una scelta per alcuni folle in quanto ci pregiudica alcuni importanti festival, ma per noi un opera va mostrata il più possibile e la rete è il mezzo più veloce e sincero, sincero anche perchè ci farà capire se piace al pubblico o no. Il corto è stato finanziato da me e da alcuni privati che ci hanno creduto (Diego Casciola, Mila Mirenghi, Angelo Giampietro e Roy Orengo) Si sono uniti altri della squadra mettendo piccole quote ma non si tratta ancora di crowdfunding. Di sicuro però il sistema che hai citato funziona ed è destinato a diventare uno dei sostentamenti principali dei prodotti indipendenti.


5) Raccontaci come sono stati i giorni sul set di closer. Ci sono stati episodi divertenti, momenti di tensione? Abbiamo inoltre notato che il film è pieno di riferimenti e di citazioni. La scuola di Hokuto è una tua idea ?


L'idea di citare Ken in guerriero è di Roberto Pretti, uno sceneggiatore geniale con la battuta sempre pronta. Se c'è qualcosa che fa ridere in qualcosa che scriviamo per il 90% è merito suo. Ci sono altri riferimenti nascosti qui e la ma non li voglio svelare a chi ancora non ha visto il film. Sul set diciamolo, è stato un massacro. Abbiamo girato in un bosco a 1500 metri. Un'idea folle, nonostante fosse estate al momento delle riprese di notte la temperatura si avvicinava allo zero e c'era così tanta umidità che alcune apparecchiature si sono guastate. A proposito di questo devo spendere due parole sugli attori, Vincenzo Alfieri ed Elena Cucci in particolare, che al contrario degli altri attori del film erano mezzi nudi, e quindi esposti a freddo e umidità, eppure la loro grande professionalità non ha mai ceduto. Correvamo con le coperte termiche a scaldarli fra un ciak e l'altro, ed in alcune scene erano quasi blu per il freddo. Sono stati grandiosi.


6) Ultima Domanda Angelo: ci sara un sequel per DR Vol. 0 ?

Ci sarà! Stiamo lavorando al video di promozione per Kikstarter. Il volume 0 è stato prodotto dai fan. Per il volume 2 vogliamo abbracciarne di più e fare le cose più in grande. Speriamo di avere successo perchè questo progetto è pura passione, c'è dietro un lavoro pazzesco e nessun ritorno economico, ma se viene fuori come è stato scritto sarà davvero una figata!

Ed ora buona visione! ;)

Dim lights


You need to login or register to post comments.
Discuti questa news nel forum. (0 posts)

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information