Banner
Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Intervista alla 3DWS-High Performance Workstations and Servers

Valutazione attuale: / 19
ScarsoOttimo 
AddThis Social Bookmark Button









Logo            3D Again


3DWS-Workstation Professionali.

Vi invitiamo a visitare il suo sito ufficiale .


Diamo il benvenuto su 3Dagain alla 3DWS azienda specializzata in workstation, soluzioni grafiche  ideali per professionisti. Grazie per aver accettato la nostra intervista. Allora Dimitar Inizia a dire ai nostri lettori chi sei, quali sono stati i tuoi primi passi nella C.G., e come hai iniziato.

Ho iniziato quando ero studente di Belle Arti alla fine degli anni '80. Usavo Apple  ][ computer molto primitivo, che mi ha dato molte soddisfazioni. Poi ho iniziato a divertirmi con Crystal Graphics Topaz, poi è uscita la release di 3D Studio R1, creata da Yost Group e distribuita da Autodesk.

Mi ricordo che all'epoca avevo un 80386 con co-processore 80387 (all' epoca i software di rendering non funzionavano senza supporto di co-processore), con poca memoria - parliamo di 4 MB di RAM e processore a 20 Mhz. Altri tempi davvero.

E' stato questo il periodo in cui mi sono davvero appassionato di hardware. Dopo aver ultimato gli studi, ho cominciato a lavorare come artista CG, utilizzando 3D Studio e Autodesk Animator. Ho convinto i miei superiori ha comprare workstation professionali  SGI e software ad alto livello come Alias Power Animator e Wavefront composer. In seguito ho iniziato ad occuparmi anche di compositing, effetti speciali fatti con sistemi professionali da Discreet Logic (che poi, nel 1998 vennero acquisiti  da Autodesk) ed ho participato allo sviluppo e al beta-testing di alcuni software interessanti, che sono diventati lo standard nella DCC e CG. Nel frattempo è cresciuta la passione per l'hardware dedicato alla produzione CG. Ho imparato ad usare i sistemi UNIX professionali ad alto livello (tipo SGI IRIX, BSD e Linux) ed ho cercato di specializzarmi in modo specifico nel networking.

Dopo aver maturato queste esperienze, ho capito che la mia dimensione di professionista era quella di saper dare risposte e proporre soluzioni per tutte le esigenze di chi opera professionalmente nel mercato CG, sia a livello hardware che a livello software.

              

4 CPU hexa core con hyperthreading per un totale di 72 ghz reali e 100 ghz con hyperthreading


1) Hai lasciato il tuo paese per venire in italia a fondare la tua azienda, puoi spiegarci come hai fatto ? che difficoltà hai dovuto superare e perchè ?

In realtà non avevo intenzione di abbandonare il mio paese, anche perché avevo già fondato una compagnia in Bulgaria e lavoravo come consulente esterno per numerose grosse società. Sono venuto in italia per motivi di studio, ed ho deciso di rimanere qui, anche se non sono ancora sicuro di aver fatto la scelta giusta. Purtroppo ho dovuto lasciare la società creata in Bulgaria con i miei primi soci. Ho iniziato a "combattere" come un "extracomunitario". A parte gli scherzi, dieci anni fa, la Bulgaria non era ancora entrata nella Comunità Europea, mi trattavano come un criminale, senza considerare che qui ero un semplice studente, venuto per imparare qualcosa. In quegli anni, operavo come freelance, realizzavo piccoli spot pubblicitari per diverse reti TV - con un onorario davvero basso e tempi di consegna ristretti.

Ricorderò per sempre quel venerdì sera, stavo lavorando su uno spot da 10 sec. per  MTV, quando uno sbalzo di tensione elettrica ha bruciato entrambe le workstation che utilizzavo. Il lunedì successivo dovevo assolutamete consegnare il lavoro. Purtroppo i dischi rigidi erano "morti" e non avevo nessuna possibilità di recuperare il lavoro svolto. Non mi sono perso d'animo, ho recuperato un portatile dell'anteguerra e dopo la bellezza di 48 ore insonni sono riuscito a completare il lavoro, probabilmente il più brutto che abbia mai fatto.

Da quella sfortunata esperienza è nata l'idea di progettare una workstation indistruttibile.  Purtroppo questo era solo un desiderio. Ho perso oltre un anno di lavoro con la mia idea di studiare la miglior macchina possibile per il lavoro professionale in CG. All'epoca soltanto per uso personale.

Dopo circa un anno di notti in bianco, con pochi soldi, ma pieno di energie ed entusiasmo, sono riuscito ad avverare il mio sogno e così è arrivata l'idea di mettere le mie conoscenze a disposizione del settore hardware per la CG, fondando una vera e propria azienda, laddove prima c'era soltanto un progetto amatoriale.

Questa azienda doveva avere come fine ultimo la produzione di macchine professionali, ottenute tramite l'utilizzo di componenti qualitativamente indiscutibili e delle migliori tecnologie presenti sul mercato.

Vi sembra una bella idea ? Quasi dieci anni dopo, il mio obiettivo è rimasto lo stesso. Stare alla larga dalle tendenze del mercato, fatto di bellissime scatole che contengono i componenti più economici e meno adatti all'utilizzo professionale. Tutta roba bellissima da vedere, cui fanno tanta pubblicità, ma all'atto pratico si rivela inadatta a supportare i software di riferimento nel settore CG, che richiedono risorse notevoli e una stabilità assoluta. Software che mettono sotto stress ogni singolo componente che se non é studiato e testato per lavorare in perfetta armonia con gli altri manda in crash la macchina o il sistema operativo,  il quale invece dovrebbe lavorare stabilmente a pieno regime anche per settimane o mesi. Essere solido come una roccia.

 

           

 
2) Sappiamo che in Bulgaria all'incirca dieci anni fa eri fra i betatester del famoso motore di render della Chaosgrop v-ray, vuoi raccontarci questa esperienza, gli inizi di un motore che in futuro ha avuto un cosi enorme successo? Come era lì la scena all'inizio?

Ero già in Italia quando sono uscite le prime alpha e beta test di V-Ray. Sono amico con i proprietari di Chaos Group. Mi ricordo come è nata l'idea di realizzare un buon motore di rendering per 3D Studio Max. In quel periodo Chaos produceva Phoenix (che é rinato da poco, perché é una vera "Phoenix" :) ) e avevano dei problemi con il render integrato in 3D Studio Max. Chaos in quel periodo, così come fa tuttora, puntava ed investiva moltissimo sullo sviluppo. Dopo tanti anni di grandi sacrifici il successo é arrivato. Per me Chaos é un modello perfetto. È un esempio di come vada realizzata la tecnologia ad altissimo livello, con un budget ridotto all'osso e senza nessuna pubblicità sui media. Il marketing di Chaos lo fanno i suoi utenti finali, con la soddisfazione per il prodotto che utilizzano.

V-ray é nato agli inizi del 2000 e fino ad oggi tutti gli aggiornamenti sono stati assolutamente gratuiti. Una grande politica di fidelizzazione. Un successo che sinceramente non credo abbia eguali nel mercato informatico. Almeno in questo settore. È ormai prossimo il rilascio della versione 2.0, ma l'utente non è obbligato ad acquistarla. Chi vuole potrà continuare ad utilizzare con profitto la verione 1.x. Fino al rilascio della versione 3.0, riceverà gratuitamente i plugin per tutte le versioni di 3ds max che verranno rilasciate.. Secondo me, tutte le aziende nel settore software dovrebbero adeguarsi e fare come Chaos Group. Non voglio nominare produttori software, che ogni anno lanciano nuove versioni, chiedono un sacco di soldi per l'aggiornamento senza presentare niente di realmente innovativo.

3DWS prevede di fare corsi certificati, da livelli base a livelli davvero avanzati. Il nostro miglior istruttore é il famoso artista e designer di livello mondiale Nikki Candelero (www.nikkicandelero.com) . Un altro istruttore é Giacomo Dalle Vaglie, che collabora con me da diversi anni.

 

                 


3) Veniamo ora alla 3DWS, chi siete quanti siete e qual'è il vostro target?

La nostra azienda é davvero piccola. Molta gente crede, che un produttore di "soluzioni hardware professionali" debba essere enorme - gigantesco tipo IBM o HP. No, noi siamo una piccola ditta, molto flessibile, dedita a studiare e a implementare le ultime generazioni di prodotti hardware. Siamo flessibili, perché abbiamo la possibilità di reagire velocemente ai cambiamenti e alle richieste del mercato, lavorando con una piccola quantità di prodotti.

Comunque ogni macchina che esce dai nostri labs è stata progettata e configurata per le esigenze specifiche di ogni nostro cliente, superando tutti i test di qualità, stabilità ed affidabilità nelle condizioni più severe possibili (minimo 72 ore di stress test certificate).

Il nostro target di riferimento è costituito da tutti gli specialisti nel settore CG, quindi specialisti in 3D, simulazione, effetti speciali, post produzione, animazione, archviz, product/fashion/industrial design, e tutti coloro che hanno bisogno di elevata potenza di calcolo su hardware stabile, con il miglior rapporto prezzo-prestazioni possibile.

Lo sviluppo a livello commerciale della nostra azienda é abbastanza lento, però per noi la cosa piu importante é far avere ai nostri clienti (attuali o potenziali) un'affidabilità tecnologica al 100%.

Lavoriamo costantemente per risolvere tutti i problemi del cliente, non solo basandoci sui nostri prodotti, ma anche su quelli di terzi.

La filosofia di 3DWS é di poter dare supporto e know-how a chiunque ne abbia bisogno, anche se noi fisicamente non possiamo fornire sempre il prodotto o dare la consulenza (sempre gratis) su come migliorare il prodotto finale investendo meno risorse (risorse umane, risorse di calcolo, tempo e denaro). Comunque la cosa più importante nel nostro settore, é avere a che fare con workstation preparate da artisti CG per artisti CG.

Noi sappiamo di cosa hanno bisogno i nostri colleghi, quali sono i problemi ricorrenti. Configuriamo i nostri sistemi per cercare di evitarli e garantire a tutti di pensare solo al loro lavoro, non alle macchine che stanno utilizzando.

 

        


4) Realizzate oltre che a wokstation grafiche anche renderfarm per aziende del settore, qual'è il progetto più grosso che avete realizzato? e quale il rapporto con tali aziende.

I progetti grossi ci sono, anche se capitano meno spesso.

Qualche anno fa abbiamo costruito renderfarm con 128 CPU, con un totale di 1/2 TB di ram messa in 2 armadi rack. Oggi la stessa performance sarebbe ottenibile in soli cinque nodi di 1U, con un consumo di corrente circa dieci volte minore, ad un prezzo logicamente molto inferiore. Abbiamo diversi clienti abbastanza importanti in questo settore. Lavoriamo anche con altri paesi. Abbiamo clienti in UK, Spagna, Stati Uniti e Bulgaria. In Italia l'uno dei nostri clienti più simpatici é Tax Free (ho visto, che avete fatto un'intervista con il proprietario Franco Tassi). I clienti più famosi ed importanti non li possiamo nominare, per via di specifici accordi di riservatezza.

Siamo orgogliosi di non aver mai avuto un cliente insoddisfatto o che non ha ricevuto ciò che si aspettava. I nostri clienti si sono fidelizzati, sono in costante rapporto con noi per ricevere le tecnologie aggiornate.

 

              

 

5) Quali sono i prodotti piu venduti? come sono equipaggiati? qual'è il miglior rapporto qualità-prezzo?

Non abbiamo "prodotti più venduti". La cultura del best seller non fa per noi. Per mantenere sempre un buon rapporto qualità-prezzo non ci "leghiamo" ad un produttore di hardware piuttosto che ad un altro, ma cerchiamo sempre i migliori componenti presenti sul mercato in quel periodo. Per farlo investiamo molto tempo e risorse nei test. Ogni volta che un componente si affaccia sul mercato, cerchiamo di averlo nel più breve tempo possibile per poterlo vedere all'opera. Valutiamo le sue prestazioni, vediamo quanto costa e decidiamo se utilizzarlo nelle nostre configurazioni. Quasi tutto ciò che facciamo ,quindi, é "su misura" per le esigenze del cliente ed ottimizzato per il software che usa, anche se abbiamo delle fasce di prodotto su cui ci basiamo per studiare i nostri modelli.

I prodotti con una miglior qualità-prezzo sono sempre i prodotti di classe medio-alta, perchè normalmente hanno una maggior flessibilità di customizzazione, una performance nettamente maggiore rispetto alla fascia bassa e, senza risentire dell'impennata di prezzo tipica della fascia più alta presente sul mercato (in molti casi un prodotto di fascia altissima, per ricevere il 30% in più di performance ha un prezzo di oltre il 100% in più).

Quindi cerchiamo di trovare sempre configurazioni hardware bilanciate - secondo la formula miglior prezzo-miglior prestazione. Siamo un azienda che punta sopratutto sulla tecnologia e meno allo sviluppo commerciale.

Alcune volte capitano clienti che desiderano il top del top. In molti casi cerchiamo di dissuaderli e di consigliarli che non sempre la scelta più costosa è la più performante, ma a volte è meglio puntare su sistemi meno performanti, ma che danno il meglio quando lavorano in rete. Infatti, una cosa che apprezzano molto i nostri clienti è la nostra capacita di studiare la loro situazione di presentare un piano di sviluppo dell'azienda che migliori il loro workflow e la loro produttività abbassando i costi di gestione e soprattutto i tempi di realizzazione dei progetti.

 

      


6) Parliamo ora delle tendenze del mercato. Cpu o Gpu ? quali scegliere e perchè?

Uno non può vivere senza l'altro. Si supportano a vicenda.

Fino a poco tempo fa la GPU non era la parte fondamentale di una wokstation, la CPU era il suo cuore, per via della sua potenza di calcolo nel rendering. Per gestire scene pesanti è necessario avere una scheda video professionale, in grado di gestire diversi milioni di poligoni (cosa impossibile per una scheda di categoria consumer). Se da un lato ci sono dei metodi per ridurre il peso di una scena (si pensi ai proxy), dall'altro non ci sono scorciatoie per abbassare i tempi di calcolo, se non trovando dei compromessi a livello qualitativo. Adesso il mercato è pronto per dare il via alla nuova generazione di render engine basati sul GPU rendering. C'è quindi un aumento di possibilità nell'offerta.

Per quanto riguarda invece il "cosa scegliere" ci troviamo in una situazione un pò complicata. Le due tecnologie principali presenti sul mercato sono CUDA (su cui sono basati arion, octane e iray) e OpenCL (su cui è basato V-Ray RT). La differenza principale è che CUDA supporta SOLO schede della nVidia, mentre OpenCL dovrebbe supportare tutti le moderne GPU. Al momento in cui scriviamo, Ati ha ancora dei problemi legati ai suoi driver che non la rendono assolutamente competitiva in termini di prestazioni, pur avendo davvero delle ottime schede, a prezzi peraltro interessantissimi.

Il passaggio finale da CPU a GPU non è prossimo.

Anzi, ci vorrà ancora diverso tempo prima che si vedano sistemi basati soltanto sulle GPU, e ci vorrà altro tempo prima che questi diventino alla portata di tutti.

Attualmente la soluzione migliore è costituita un sistema Ibrido, che sfrutti al meglio le due tecnologie.

Il mercato si evolverà velocemente, per via delle novità che verranno introdotte, quindi la strategia è più efficace dovrebbe essere quella di studiare una soluzione hardware che restituisca in fretta il capitale investito, in modo da poter essere sostituita rapidamente, ottenendo una macchina con una performance anche doppia, a prezzi sempre ragionevoli.

 

         


7) Il futuro cosa ci riserva? quali le novità del settore?

I render engine diventeranno ibridi, assisteremo a motori programmati per sfruttare simultaneamente CPU e GPU per ovviare ai rispettivi limiti computazionali ed elevare drasticamente le potenzialità, abbattendo in maniera significativa i tempi di rendering.

Anche le tecnologie basate sulla visione stereoscopica stanno vivendo una nuova giovinezza. Parliamo di quello che viene chiamato in termini assolutamente impropri Cinema 3D. Un sistema di visione letteralmente vecchio di decenni che oggi trova nuove applicazioni grazie alle attuali tecnologie.

Ora il settore della CG professionale punta davvero molto su questi due filoni tecnologici. Utlizzare il performance della GPU su rendering o fotoritocco, stabilizzazione di immagine e effetti speciali e altre cose dove si punti molto a simulare effetti tridimensionali basati sulla stereoscopia.

Da un altro lato queste tecnologie stanno aprendo molte strade ad applicativi diversi, come i software utilizzati per la vettorializzazione in tempo reale di riprese rielaborate da software che trovano le destinazioni più disparate: dalla guida assistita delle automobili agli applicativi militari come i Droni e i sistemi di sorveglianza e monitoraggio con riconoscimento istantaneo dei bersagli. Si parte quindi da tecnologie grafiche per arrivare ad applicazioni in settori totalmente differenti.

 

          

 

8) Cosa non ti piace del mercato professionale dedicato a CG ?

Non mi piace l'atteggiamento di determinate aziende che, basandosi su una pubblicità massiccia e nascondendosi dietro ad un marchio prestigioso, inonando il mercato di prodotti che spacciano per professionali, ma in realtà sono assemblati male, magari in qualche garage cinese, e soprattutto non sono assolutamente testati.

Oltre a questi cattivi esempi, ci sono anche i piccoli negozianti, che spesso invece di consigliare come si deve un cliente che si affida a loro per risolvere un problema, gli rifilano una rimanenza di magazzino spacciandola per il top della gamma. Cosa che spesso in effetti è, ma di un paio di anni prima...

Il mondo di oggi spesso si basa sulle apparenze, e questo fa scadere la credibilità complessiva. Molte aziende puntano più sulla visibilità, sul marketing che sulla qualità del prodotto. Questo porta a saturare il mercato di vera e propria "spazzatura" informatica, che confonde anche gli utenti che capiscono qualcosa di questo campo, figuriamoci chi non ne sa nulla. Il grafico è spesso colui che accende un computer e pensa solamente al suo lavoro. Non ha tempo di doversi preoccupare di cosa c'è “dentro la scatola”. Non è il suo lavoro.

Un altra cosa che non mi piace è la strategia di marketing di molte software house che rilasciano ogni anno un aggiornamento software senza introdurre innovazioni vere e proprie, ma nella migliore delle ipotesi fixando qualche bug e cambiando qualche icona. Per tutto questo obbligano l'utente a pagare cifre veramente alte, con politiche di aggiornamento ai limiti della legalità, del tipo che se non aggiorni entro due versioni, decade il diritto ad un prezzo agevolato e sei costretto a riacquistare il prodotto a prezzo pieno. Questo è triste perchè purtroppo anziché investire in risorse tecnologiche, in ricerca, sostenta solamente il loro teatrino di esperti marketing, consulenti finanziari, squali che addentano la CG come farebbero con qualsiasi altra cosa, senza la coscienza di innovare e migliorare l'offerta per il consumatore finale.

Un'altra cosa che sinceramente mi rattrista è vedere come le ultime due versioni del sistema operativo più usato al mondo, anziché introdurre feature utili, e ce ne sarebbero da implementare, abbiano soltanto pensato all'estetica, a icone più grandi e tanti bei colori che cambiano, “giochetti luminosi” che hanno il solo effetto di impallare il sistema, sottraendo preziose risorse all'hardware. Le software house continuano ad investire su questo sistema operativo solo per via della sua presenza sul mercato, snobbando sistematicamente i sistemi operativi davvero validi, soltanto perchè sono open source.

              

 

9) Come ultima domanda vi lasciamo carta bianca dite cio che vi pare, fatevi un po di pubblicità.

Non amo la pubblicità, se questa è fatta da te stesso. La miglior pubblicità che posso desiderare è quella dei miei prodotti. Non abbiamo bisogno di altro. Siamo consapevoli della validità di quanto esce dai nostri labs.

Siamo consapevoli che nessun cliente è rimasto insoddisfatto dopo aver scelto di investire sui nostri sistemi.

Se volete valutare la nostra professionalità, sottoporci le vostre esigenze e provare i nostri prodotti, venite pure a trovarci. La nostra porta sarà sempre aperta per tutti gli appassionati e i professionisti di CG.

           

12 core e 24 thread in un totale di 36 ghz e con hyperthreading va a circa 50 ghz.

Grazie a Dinev Dimitar Plamenov e alla tua 3DWS-LAST per il tempo concessoci vi auguriamo un buon 3D anzi  buon 3DAGAIN.

Ringraziamo inoltre per i bellissimi render : Nikki Candelaro e Giacomo Delle Vaglie collaboratori di 3DWS.

Trad. A.S.

MiniGallery

AdmirorGallery

Discussione (7 posts)
Re:Intervista alla 3DWS-High Performance Workstations and Servers
Dec 01 2010 18:42:18
Salve Dimitar
Mi serviva un consiglio, ho visonato attentamento il tuo sito in questi giorni ed ho trovato prodotti davvero professionali. In questo periodo ho deciso di acquistare una nuova workstation, alcuni amici mi aveva indirizzato a questa, modello base come vedi e senza scheda video che dovrei acquistare poi a parte. Ora volevo un consiglio da te magari proponendomi una macchina dalla tua azienda e diciamo "spendendo" circa gli stessi soldi.

ciao e grazie
#2272
Intervista alla 3DWS-High Performance Workstations and Servers
Dec 01 2010 21:37:03
Buonasera lella,

in pratica una come e stata macchina non abbiamo da circa un anno e mezzo al ns. listino. Tenga presente, che xeon serie E55xx sono FUORI produzione da un anno (magari dipiu non mi ricordo bene)
La 3DWS non abbia mai fatto un modello con processore E5506 (e tutta la seria E550x) il motivo e, che in pratica in questi CPU manca la Hyperthreading.
Un altra cosa.. Vedo, che la macchina HP e con 3 GB di ram ed windows 32 bit.
oggi come oggi 8 gb non bastano. Un 3D artista, se vuole confrontare il software professionale ha bisono di un minimo di 12.. ed ovviamnte su sistema operativo a 64 bit!.

Comunque non dico, di non rivolgersi alla HP o alternativi. Ognuno che legge abbastanza bene questo, che ho detto capira di cosa si tratta. Ovviamente questo modello, che i amici indirizzavano e gia vecchio. Cosa significa? che ha vitta tre anni, pero e e davvero limitato. Tra 3 anni il cellulare avra piu memoria e magari processore piu performante Scherzi a parte.. Non parliamo per i soldi, pero per la tecnologia. Miraccomando, che un processore, che un anno fa ha costato 500 euro e porta 100% di performance oggi come oggi un processore che costa 300 euro porta 120-130% di performance. Questo significa "vecchio".
La stessa roba con le schede video professionali, grandeza di memoria e dischi rigidi.
PS
comunque ogniuno puo comprare questo, che vuole. il mercato e libero

Saluti
d.
#2273
Re:Intervista alla 3DWS-High Performance Workstations and Servers
Dec 02 2010 10:31:22
Quindi il 55xx non è piu in produzione !! non lo sapevo , grazie della info. Quindi tu consigli di partire da xeon 56xx (questa ha l'hyperthreading ?), con almeno 8 o 12 giga di ram. Secondo te qual'è il miglior compromesso al momento tra prezzo/prestazioni della serie 56xx sapendo che per almneo 3 anni la macchina non venga sostituita?

Grazie anticipatamente per le risposte
#2274
Re:Intervista alla 3DWS-High Performance Workstations and Servers
Dec 02 2010 13:49:39
Be io credo che se si parte con un xeon 5640 o 5660 credo che la scelta di una macchina che per 3 anni debba lavorare non sia sbagliata, ma credo che Dimitar puo esserti piu utile ovviamente si tratta sempre di capire quanti soldi si vuole spendere. Ci sono molti fattori che fanno si che il prezzo leviti di molto.

ciao
#2275
Intervista alla 3DWS-High Performance Workstations and Servers
Dec 07 2010 18:05:40
chiedo scusa x il mio ritardo.. comunque il evento, che abbiamo organizzato mi ha consumato tutto tempo libero.
aio ha ragione.. prima di tutto dipende di budget.
per me ovviamente e piu facile di avere workstation classe media e cambiarlo ogni anno.. anno e mezza. a prezzo sufficente. comunque piu meno 2 macchine classe media costano come una "high end"
al proposito il xeon E5640 non consiglio a nessun caso.. non vale il prezzo.

saluti
d.
#2283
Ci sono troppi commenti per essere visualizzati qui. Vedi il forum per leggere l\'intera discussione.
You need to login or register to post comments.
Discuti questa news nel forum. (7 posts)

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information