Banner
Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Intervista a Rainbow CGI - Eccovi le Winx

Valutazione attuale: / 85
ScarsoOttimo 
AddThis Social Bookmark Button









Logo            3D Again


Rainbow CGI-Le Winx sono tornate.

Vi invitiamo a visitare il suo sito ufficiale .


Diamo il benvenuto su 3Dagain alla Rainbow CGI, grazie per aver accettato la nostra intervista. Iniziamo a dire ai nostri lettori chi siete, quali sono stati i vostri primi passi nella C.G., e come avete iniziato.

Salve a tutti.

Chi siamo e quali sono stati i nostri primi passi, sono due argomenti strettamente correlati perchè oggi, come Rainbow CGI, siamo la somma di tutte quelle piccole e grandi esperienze  che abbiamo maturato lavorando nel mondo della computer grafica italiana, dalle origini ai giorni nostri.

Crediamo che la forza di un team come il nostro, risieda proprio nella varietà dei curriculum e nelle differenti metodologie di lavoro dei singoli elementi, uniti in una direzione comune: il conseguimento del risultato.
In un campo come il nostro, non solo si deve avere una conoscenza a 360 gradi, costantemente aggiornata, degli strumenti a propria disposizione ma anche, più direttamente, di quella che è la realtà di cui facciamo parte e che ogni giorno ci sforziamo di migliorare.
Alzando da una parte la qualità dei prodotti, e investendo, dall’altra, nella formazione di giovani talenti  mettendo a loro disposizione il nostro know how, così da incrementare il bacino di professionisti presenti in Italia.

1) Sbirciando sul vostro sito, abbiamo notato che avete realizzato oltre al film  sulle ormai famossisime Winx, che a breve sarà nelle sale cinematografiche 3D, altri famosi personaggi dei carton come Tommy e Oscar, Prezzy, Monster Allergy ecc: Volete dirci, partendo dal lontano 1995, come siete riusciti nell'impresa ?

I personaggi che citi sono frutto del talento creativo e imprenditoriale di iginio Straffi e del team di talenti che ha raccolto intorno a sé a Recanati, in quella che è, in tutto e per tutto, la casa madre della Rainbow.   Noi , come Rainbow Cgi, siamo una delle società appartenenti alla grande famiglia Rainbow, nata con il preciso obiettivo di fare cinema e serie tv in CGI. Quindi, la nostra impresa sarà, eventualmente, quella di traghettare questi personaggi, concepiti originariamente in 2d, nel magico mondo della Cgi senza tradirne lo spirito, ma mantenendone le qualità che ne hanno decretato il successo in tutto il mondo.


2) Descrivete a grandi linea come si svolge il lavoro all'interno dell'azienda sia nel Settore 2d che in quello 3d.

La realizzazione di un lungometraggio in cgi prevede una lunga mole di lavoro in fase di preproduzione.

Quella parte del lavoro in cui le idée passano dalla mente alla carta fino a prendere il loro aspetto definitivo in cgi.
E’ una fase in cui si sperimenta molto e si scelgono le diverse direzioni da intraprendere, scartando di lato quelli che sembrano baratri produttivi e cercando di far lavorare tutti nella direzione più lineare possibile per conseguire l’obiettivo di portare il film al cinema.

Mentre il reparto artistico sviluppa design e storyboard, quello tecnico inizia a modellare personaggi e set,  a testare i rig per gli animatori. Il tutto mentre i nostri pittori digitali studiano le migliori tonalità di luce per ottenere il tono di colore che più si addice alle intenzioni del regista e del direttore della fotografia.


E queste sono solo alcune delle figure all’opera. Immaginate decine e decine di ragazzi che, come su un set reale, svolgono ognuno il suo ruolo che è fatto di attenzioni ad ogni piccolo minuzia o particolare. Ognuno fondamentale per la riuscita del film.


3) Come si è evoluto il panorama della computer grafica in Italia negli ultimi anni ?

Diciamo che sta seguendo il naturale evolversi della computer grafica nel mondo, subendo però la mancanza di un mercato cinematografico reale in cui poterla investire.

L’Italia è, per questioni di cultura e investimenti, saldamente ancorata a generi cinematografici che non necessariamente prevedono un massiccio utilizzo di cgi o post produzione.
In più non esiste una vera e propria industria dell’animazione, sono passati 12 anni dal successo della Gabbianella e il Gatto di D’alò e più nessun altro è riuscito a bissare un risultato simile, fino alla scomparsa dell’animazione italiana dalle sale cinematografiche.
Quindi, da questo punto di vista, ci sentiamo come dei pionieri che hanno la fortuna di esplorare il mondo che, più di tutti gli altri, amano.


4) Come sono stati i vostri inizi nella costituzione della società e quali difficoltà o facilitazioni avete incontrato affacciandovi su un mercato cosi competitivo in cui operano grandi aziende americane e giapponesi ?

Siamo un popolo strano, abbracciamo con gioia qualsiasi novità giunga dall’estero e guardiamo con diffidenza

tutto ciò che viene prodotto internamente.

C’è una sorta di diffidenza, legata probabilmente proprio alla mancanza di un’industria dell’animazione italiana, che porta ipotetici collaboratori a scegliere la via del lavoro all’estero probabilmente perchè sentono maggiormente garantita la loro posizione in società sicuramente più insediate nell’ambiente. Affacciarci in un mercato guidato dai più alti livelli dell’industria dell’intrattenimento è una sfida affascinante che stiamo ancora affrontando intanto per essere ritenuti, utilizzando una metafora calcistica,  all’altezza di partecipare al loro stesso campionato, e a quel punto, lottando per vincerlo.

Il livello della nostra proposta è salito parecchio dagli esordi del primo Winx fino ad arrivare al nuovo lungometraggio. E già nel nostro prossimo lavoro possiamo iniziare a parlare con una certa concretezza di qualità esportabile all’estero.





5) Le istituzioni sono stati presenti e  vi hanno supportato nella costituzione e nello sviluppo della vostra attività ?

Siamo un’azienda a cui piace camminare con le proprie gambe. Ciò non toglie che ci ha fatto molto piacere che Winx 2 abbia ottenuto il riconoscimento del ministero per la qualità della proposta.

6) Parliamo un pò del vostro grande successo sulle Winx. Avete un gruppo di lavoro che si occupa solo di loro oppure dipende dalle esigenze aziendali del momento?

Dalla nostra nascita ad oggi non abbiamo passato un giorno lontani dalle fatine.
Ormai non riusciamo più a farne a meno!


7) Come cercate nuovi talenti che potrebbero essere utili alla vostra attività? Tramite quali canali? Cosa Bisogna fare e/o saper fare per venire a lavorare presso Rainbow CGI?

Sono contento di questa domanda perchè mi permette di mettere in luce un aspetto poco noto del nostro lavoro.
Noi cerchiamo in continuazione talenti.

Il recruiting è sempre aperto ma non è facile trovare persone in grado di inserirsi in un gruppo di lavoro con un know how a 360 gradi su ogni aspetto della realizzazione del film. Per cui, oltre a continuare i nostri colloqui tramite le vie tradizionali (mail e curriculum), finalmente abbiamo inaugurato Rainbow Academy (veniteci a trovare su www.rainbowacademy.it per ottenere tutte le informazioni), la nostra scuola interna. La prima, in

Italia, che porta gli allievi a confrontarsi con ogni singolo aspetto che dovranno poi affrontare nella loro vita produttiva.
Dall’ideazione di una storia fino all’analisi di effettiva realizzabilità passando per storyboard, layout, animazione, compositing e rendering, i nostri ragazzi verranno messi alla prova sotto tutti gli aspetti che concorrono a realizzare un lungometraggio animato.

E lo faremo nell’unico modo possibile, ossia, passandogli le informazioni che noi abbiamo acquisito direttamente sul campo in quasi 20 anni d’esperienza.






8) Quali differenze di target (se ci sono) riscontrate tra il realizzare un prodotto per la tv ed uno per il cinema, aldilà ovviamente degli aspetti tecnici?

Non è diverso il target quanto le aspettative verso uno o l’altro mezzo. Lo spettatore televisivo è attento alla riproposizione degli elementi. Ama le serie televisive proprio per questo continuo ritorno che genera l’affezione verso I personaggi. Vuole ritrovare quello che già conosce. Lo spettatore cinematografico ha invece solo 80/90 minuti per entrare in un mondo e vuole che quel mondo gli resti nel cuore per sempre.  C’era qualcuno che diceva che il pubblico televisivo non ti perdona i primi dieci minuti, quello cinematografico gli ultimo 10. Credo che sia vero, anche se io al cinema rischio sempre di addormentarmi  nei minuti centrali!








9) Avete mai avuto rapporti con le altre grandi case di CG come per esempio la Disney,la Pixar, Dreamworks e altre?

Siamo in contatto con molti dei talenti che lavorano in queste grandi realtà e c’è uno scambio continuo di esperienze e relazioni. Noi abbiamo tanto da imparare dalla loro esperienza, ormai cinquantennale, nel campo dell’animazione.
Esistiamo da neanche cinque anni e sappiamo che di strada da fare ne abbiamo tanta, ma di fronte a maestri e colleghi simili, è un onore poter condividere gli stessi percorsi.



10) Usate quest'ultima domanda per farvi un pò di pubblicità.

Niente più di quanto detto finora.
A volte è importante anche semplicemente sottolineare che in Italia una realtà simile esiste e cresce ogni giorno di più.


Grazie allo sforzo imprenditoriale di Straffi che, più di tutti, ci crede dal primo momento, grazie allo sforzo professionale dei talenti che ne fanno parte e grazie all’entusiasmo dei ragazzi che entrano a far parte della nostra scuola perchè condividono con noi l’obiettivo di far diventare l’Italia un punto di riferimento credibile per quello che è il lavoro più bello del mondo: creare mondi fantastici che possano emozionare grandi e piccini.


Grazie a Francesco Mastrofini CEO Rainbow CGI   per il tempo concessoci vi auguriamo un buon 3D anzi  buon 3DAGAIN


MiniGallery

AdmirorGallery

Discussione (2 posts)
Re:Intervista a Rainbow CGI - Eccovi le Winx
Dec 23 2010 17:53:11
Complimenti, per il bellissimo film , confermo che i piccoli aprezzano, ma anche a me è piaciuto.
#2300
Re:Intervista a Rainbow CGI - Eccovi le Winx
Dec 24 2010 10:23:13
Complimenti, all'uscita del cinema mia figlia mia ha chiesto quando sarebbe uscito il prossimo.
#2306

You need to login or register to post comments.
Discuti questa news nel forum. (2 posts)

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information