Banner
Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Intervista a Metaphyx - Effetti visivi digitali

Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
AddThis Social Bookmark Button


1) Vogliamo dire hai nostri lettori chi siete e come avete iniziato la vostra attività nel campo degli effetti speciali?

Pasquale Di Viccaro: Durante l'Università (Filosofia) ho spesso lavorato nell'ambiente indie, tra cortometraggi e documentari, tra cui un documentario su Roger Corman. Con Luca ci siamo conosciuti all'interno di Proxima, la prima grande factory di visual effects in Italia, prima che fallisse. Poco dopo all’età di 23 anni abbiamo deciso di aprire una nostra realtà.

Luca Saviotti: Una formazione prettamente artistica fino all'università, dove ho studiato informatica per avvicinarmi al mondo videoludico e la passione per il cinema, coltivata da sempre. Il passo è stato breve. Ho conosciuto Pasquale in Proxima, dove abbiamo studiato e lavorato entrambi. Ci siamo rincontrati solo qualche anno dopo, dopo aver lavorato in altre società italiane ed estere, con l'idea di iniziare la nostra attività nel settore.

Pasquale Di Viccaro: During University (Philosophy) I have often worked in the indie, including short films and documentaries, including a documentary about Roger Corman. I met Luca in Proxima, the first major factory of visual effects in Italy, before it failed. Shortly after at the age of 23 we decided to open our own reality.

Luca Saviotti: From an artistic training to the university, where I studied computer to get closer to the world of video games and the passion for cinema, always cultivated. The step was short. I met Pasquale in Proxima, where we both studied and worked. We met again a few years later, after working in other Italian and foreign companies, with the idea to start our business in the industry.



2) Quale è il vostro ambito lavorativo?

Pasquale: Essenzialmente Cinema e Televisione, ma ultimamente anche Advestising e Web e contenuti digitali di vario genere.

Pasquale: Essentially, Film and Television, but now also Advestising and Web and all kinds of digital content.


3) Abbiamo guardato il vostro reel vi occupate principalmente di cinema ma non disdegnate i commercials, che differenze ci sono tra i due settori?

Pasquale: Nella pubblicità c’è più pianificazione, il che molto spesso è un bene in termini di costi.

Luca: Nel cinema solitamente si hanno tempi di lavorazione più distesi, per i commercials spesso bisogna fare i conti con delle deadline a corto raggio. In italia la pubblicità offre un lavoro molto vario e creativo, che spazia dall'animazione ai fluidi particellari, il cinema invece, presenta spesso interventi prevalentemente tecnici.

Pasquale: In advertising there is more planning, which is often a good thing in terms of costs.

Luca: In a movie you will usually have a more relaxed working times, for commercials often have to deal with the short deadline. In Italy the advertising offers a varied and creative, ranging from animation to fluid particle, the cinema instead, often presents mainly technical interventions.


4) Avete uno team stabile ognuno specializzato nel suo settore o vi avvalete di freelance?

Pasquale: Abbiamo un team base, di poche persone che costituiscono il "core" del gruppo di lavoro e poi spesso espandiamo il team in base alle esigenze del momento.

Pasquale: We have a team, a few people who make up the "core" of the working group, and then we expand the team often based on the needs of the moment


5) Quali competenze bisogna avere per poter lavorare in Metaphyx?

Pasquale: Aver già lavorato all'estero in grandi società tipo MPC, PIXOMONDO, FRAMESTORE, ecc costituisce un titolo preferenziale. Però puntiamo anche a far maturare i talenti internamente. La flessibilità mentale spesso è più importante delle competenze in se, però non nascondiamo che per ottenere risultati di qualità puntiamo sulle competenze e la conoscenza dei maggiori tool sul mercato; es Nuke per il compositing.

Pasquale: Having already worked abroad in large companies like MPC, Pixomondo, FRAMESTORE, etc. is an asset. But we also strive to mature talent internally. Mental flexibility is often the most important skill, however, does not hide the fact that we aim to achieve quality results on skills and knowledge of the major tools on the market, for example Nuke for compositing.


6) State avvertendo anche voi in Italia la recente crisi dei VFX che ha colpito grandi studi? Mi riferisco a Rhythm & Hues, o alla recentissima chiusura da parte di Disney della Lucas Arts.

Pasquale: Il mercato italiano ha logiche e meccanismi molto differenti dai mercati esteri. Però spesso le dinamiche interne di lavorazione sono comuni in tutto il mondo. Sempre più richieste, poco tempo a disposizione e budget molto limitati incidono inevitabilmente sulla qualità del lavoro finale.

Pasquale: The Italian market has different logics and mechanisms from the foreign markets. However, often the internal dynamics of processing are common throughout the world. More and more demands, limited time and very limited budgets will inevitably have an impact on the quality of the final work.


7) Quali secondo voi le soluzioni per un rilancio degli studi di VFX italiani nel mercato internazionale?

Pasquale: Puntare sulla qualità a costi contenuti e cercare di compensare eventuali carenze tecnico/strutturali attraverso soluzione creative ove possibile. Iniziare anche da piccoli progetti e cercare il più possibile di non bruciare nessuna possibilità.

Luca: L'italia ha bisogno soprattutto di ottenere credibilità nel settore. Le grandi società estere si avvalgono costantemente di società satellite in tutta Europa, risparmiando notevolmente sul costo lavoro. Entrare nella rosa dei "satelliti" è un primo passo per prendere parte progetti internazionali.

Pasquale: Focus on quality and cost effective to try to compensate for any shortcomings in technical / structural solution through creative wherever possible. Start with small projects and also try as much as possible not to burn no chance.

Luke: Italy needs above all to achieve credibility in the industry. The large foreign companies constantly make use of satellite companies across Europe, saving significantly on labor costs. Enter in the circle of the "satellites" is a first step to take part in international projects.


8) Potete svelarci a cosa state lavorando in questo momento e quando lo vedremo?

Pasquale: Abbiamo appena chiuso la lavorazione di Romeo&Juliet per la Amber Entertainment, regia di Carlo Carlei. Un film di respiro internazionale, con Paul Giamatti nel cast artistico e il direttore della fotografia di Star Wars più altri grandi star internazionali. L’uscita prevista è per Ottobre 2013.

Pasquale: We just finished the vfx of Romeo & Juliet for Amber Entertainment, directed by Carlo Carlei. A international film, with Paul Giamatti in the cast and the director of photography of Star Wars and other major international stars. The release is planned for October 2013.


9) Cosa ci riserva il futuro della C.G.?

Pasquale: Software sempre più potenti per realizzare cose che fino a 3 anni fa sembravano impossibili per un piccolo studio o troppo costose. Inoltre ci sarà un’ibridazione con i videogames, con l'eventuale scambio di tecnologie. Il mercato indie cinematografico e il nascente web beneficeranno di qualità sempre più alte che fino a poco tempo fa erano prerogativa solo del cinema e della pubblicità.

Pasquale: Software increasingly powerful to make things up to 3 years ago seemed impossible for a small studio or too expensive. Also there will be a hybrid with video games, with the possible exchange of technology. The indie film market and the emerging web will benefit from more and more high quality that until recently were only prerogative of cinema and advertising.


10) Ci raccontate un episodio divertente che vi è capitato nel vostro lavoro?

Luca: Di episodi divertenti se ne potrebbero raccontare molti. Un esempio recente? Una produzione ci chiede di trasformare una soggettiva girata di giorno in una sequenza notturna. Arriva il materiale in ufficio, lo esaminiamo più volte. Qualcosa non tornava. Quando iniziamo a fare i primi test un nostro collaboratore giustamente dice:" ma perché hanno tutti gli occhiali da sole?"

Luca: In this work there is a lot of funny episodes. A recent example? A production asks us to transform a subjective shot from day to night sequence. The material arrives at the office, we examine several times. Something did not return. When we begin to make the first test one of our employees rightly says, "but why all the characters have the sunglasses?"


Luca Saviotti                                     Pasquale Di Viccaro

MiniGallery

AdmirorGallery


You need to login or register to post comments.
Discuti questa news nel forum. (0 posts)

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information